Meditazione

Le energie della presenza mentale e della concentrazione ci permettono di toccare la migliore qualità di semi che abbiamo in noi e che sono nelle persone. Con queste energie saremo in grado di guardare in modo profondo per scoprire la vera natura della realtà, vedendo la vera natura della realtà saremo liberati dalla sofferenza, dal dolore e dalle nostre preoccupazioni. Questo è il principio della pratica della meditazione. (Thich Nhat Hanh)

La pratica della meditazione è il cuore del DRUMA YOGA. Con la pratica della meditazione coltiviamo consapevolezza e concentrazione che ci permettono di familiarizzare con la mente, di riconoscere e coltivare le sue qualità salutari e di liberarci da quelle non salutari. La mente è l’artefice principale della nostra felicità e della nostra sofferenza. E questa è una buona notizia perché, con la meditazione, possiamo trasformarla e possiamo imparare a guardare noi stesse e la realtà in modo profondo, e scoprire la vera natura di tutto ciò che è, al di là di ciò che a me piace o non piace, di ciò che desidero o di cui ho paura. Al di là del bene e del male.

SONO TRE LE PROPOSTE PER MEDITARE OFFERTE DAL DRUMA YOGA.

Proponiamo meditazione al mattino, due volte la settimana online, dalle 6.30 alle 7.00, meditazione la sera, il mercoledì alle 20.15, e uno studio della meditazione più strutturato, il giovedì alle 18.30

MEDITAZIONE DEL MATTINO: IL SANGHA ONLINE

MARTEDI’ e VENERDI’, ore 6.30-7.00
ONLINE SU ZOOM
Sessione a donazione

La meditazione del mattino è solo online su zoom. Nata durante la quarantena del 2020 come un modo per rimanere connessi e sentirci insieme nell’isolamento forzato di quel tempo, si è rivelata una pratica di grande valore, offre regolarità e sostegno, e ci invita a prenderci cura della mente al mattino, al sorgere del sole, prima di andare al lavoro o a scuola, prima di iniziare le attività quotidiane, fisiche e mentali.

Corso di meditazione con Druma Yoga Firenze

IL BUDDHA E IL DHARMA SONO NEL SANGHA

MERCOLEDI 20.15-22.00
IN PRESENZA AL DRUMA E ONLINE SU ZOOM
Sessione a donazione

Ogni mercoledì sera il sangha si riunisce per ascoltare il Buddha Dharma e per praticare la meditazione seduta e camminata. Seguendo la tradizione del Buddhismo Zen Rinzai del Ven. Thich Nhat Hanh e della comunità monastica di Plum Village, meditiamo per far crescere gli aspetti positivi, benefici e rigeneranti che sono sempre in noi e fuori di noi. Studiamo “Il Cuore dell’Insegnamento del Buddha”, scritto da Thich Nhat Hanh, per interrogarci e comprendere le nostre percezioni e la realtà delle cose del mondo. Meditiamo e studiamo il Dharma per il nostro beneficio e per il beneficio dei nostri cari e delle relazioni che abbiamo, per il beneficio di tutti gli esseri umani, animali, vegetali e minerali: per il beneficio del nostro meraviglioso pianeta.
Gli incontri sono aperti a tutti i soci. L’ingresso è a donazione.

APPRENDERE IL DHARMA IMPARARE A MEDITARE: IL SATIPAṬṬĀNASUTTA, IL SŪTRA SUI QUATTRO FONDAMENTI DELLA CONSAPEVOLEZZA

GIOVEDI 18.30-19.45
IN PRESENZA AL DRUMA E ON LINE SU ZOOM

La lezione consiste in circa mezz’ora di meditazione a cui seguono la lettura e la spiegazione del Satipaṭṭānasutta.

Il Satipaṭṭānasutta, uno dei discorsi più importanti del Buddha, è un invito ad accertarsi personalmente su quale sia la vera natura: 1- del corpo nel corpo: osservando i fondamenti del corpo, il praticante è pienamente consapevole del respiro, delle azioni, della posizione del corpo, delle sue membra e parti, dei quattro elementi che costituiscono il corpo, della natura impermanente del corpo e della sua imminente decomposizione; 2- delle sensazioni nelle sensazioni: osservando i fondamenti delle sensazioni, il praticante è pienamente consapevole del sorgere, perdurare e scomparire delle sensazioni (fisiche e psichiche) piacevoli, spiacevoli e neutre; 3- della mente nella mente: osservando i fondamenti della mente, il praticante è pienamente consapevole delle formazioni interne degli stati mentali di distrazione, confusione, brama, odio, calma, concentrazione, visione profonda e liberazione; 4- degli oggetti mentali negli oggetti mentali: osservando i fondamenti degli oggetti mentali, il praticante è pienamente consapevole dei cinque aggregati che costituiscono la persona (forma, sensazioni, percezioni, formazioni mentali e coscienza), degli organi sensoriali, dei fattori che conducono al risveglio attraverso lo sviluppo delle cinque facoltà (fiducia, energia, stabilità meditativa, concentrazione meditativa e vera comprensione), dei cinque poteri, dei sette fattori di risveglio (consapevolezza, investigazione dei fenomeni, energia, gioia, calma, concentrazione e lasciar andare) e, infine, delle Quattro Nobili Verità sulla sofferenza e sulla liberazione dalla sofferenza.