I SABATI DI FILOSOFIA E MEDITAZIONE

PRATICARE LA FILOSOFIA, STUDIARE LA MEDITAZIONE

I Bodhisattva che praticano la comprensione profonda che ci conduce all’altra riva non vedono più alcun ostacolo nella loro mente, e poiché non esiste più alcun ostacolo nella loro mente, possono superare ogni paura, distruggere ogni percezione erronea e realizzare il Perfetto Nirvāṇa. Prajñāpāramitā


IL METODO DIALETTICO DI NĀGĀRJUNA: STUDIO DE 'LO STERMINIO DEGLI ERRORI'

ON LINE SU ZOOM E IN PRESENZA AL DRUMA
orario 9.00-13.00

Un sabato mattina al mese (2020-2021) per praticare una sessione di meditazione e studiare il Metodo Dialettico di Nāgārjuna con il Vigrahavyāvartanī, “Lo Sterminio degli Errori”.
Nel vasto e articolato panorama della filosofia indiana l’opera di Nāgāriuna (II sec. d.C.) – yogin, filosofo, fondatore della scuola Madhyamika – emerge per profondità, spessore critico e raffinatezza dialettica. Nella Vigrahavyāvartanī, lo “Sterminio degli Errori” – o “Distruzione dei modi erronei di pensare” – attraverso un incalzante procedere dialettico, Nāgāriuna indirizza la sua critica anti-teoretica e dissacrante, alla gnoseologia Nyāya, all’ontologia Vaiśesika, alla metafisica Sāṃkhya, agli esegeti vedici Pūrvamīmāṃsā e Vedānta, ai nichilisti Lokāyata, e persino ai Sarvāstivāda buddhisti, sostenendo che tutte le opinioni sono insostenibili, inconsistenti (sarvadṛṣṭiprahānāya) e contraddittorie, in quanto, se ben analizzate, portano in sé il contrario di ciò che affermano o negano. Sollecitandoci ad abbandonare la nozione sostanziale di “soggetto” ontologicamente distinto da tutto il resto, Nāgārjuna si avvale di una logica critica che alla fine diventa un’autocritica che non si limita ad abolire soltanto i discorsi avversari ma anche se stessa, negando ogni pregnanza ontologica al suo stesso procedimento dialettico. Se infatti dal lato relativo è necessario distinguere tra causa ed effetto, alto e basso, saṃsāra e nirvāṇa, dal lato assoluto, credere che queste dicotomie concettuali siano reali produce soltanto percezioni erronee e perciò sofferenza. Per la Vigrahavyāvartanī, è dunque necessario smantellare ogni sovrastruttura di pensiero, superare le categorie del linguaggio discorsivo, e infine imparare a fare buon uso delle idee, solo però per andare al di là delle idee: “per raggiungere una vera comprensione profonda che faccia un falò di tutte le nostre idee e ci aiuti ad essere liberi”.

La mattina è aperta a tutti ed è pensata come un percorso di formazione e approfondimento della pratica di meditazione e della filosofia buddhista che ne è a fondamento. Sono previste 32 ore di formazione finale, certificate con attestazione finale di partecipazione.

E’ obbligatoria la prenotazione.

 CALENDARIO SABATI DI FILOSOFIA E MEDITAZIONE:

  • Sabato 19 Settembre 2020:
  • Sabato 17 Ottobre
  • Sabato 14 Novembre
  • Sabato 12 Dicembre
  • Sabato 16 Gennaio 2021
  • Sabato 13 Febbraio
  • Sabato 13 Marzo
  • Sabato 15 Maggio
PRENOTA IL TUO SABATO DI FILOSOFIA E MEDITAZIONE


Formazione insegnanti Yoga Firenze