Filosofia Indiana

STUDIO DEL PENSIERO INDIANO


La lettura e lo studio dei testi classici di filosofia indiana (Upaniṣad, Bhagavad Gītā, Yogasutra, sūtra del Buddha e successivi trattati) è il fondamento della pratica, ci offre una prospettiva più ampia con cui interpretare la nostra esistenza, ci aiuta a divenire consapevoli dei tanti aspetti della mente, sottili e grossolani, salutari e nocivi, che sperimentiamo nella vita quotidiana, e soprattutto a capire cosa stiamo facendo quando pratichiamo yoga e perché lo facciamo.

Sono due le proposte settimanali per studiare la filosofia indiana, il LUNEDI 18.00-19.30 e il GIOVEDI 18.30-19.45. AL DRUMA e ONLINE SU ZOOM

  1. STUDIO DELLA PRAŚNA UPANIṢAD

3 ottobre -19 dicembre 2022
ciclo di 11 Lunedì, ore 18.00-19.30

Ciascuno degli 11 incontri previsti è strutturato in mezz’ora di meditazione e in un’ora di studio della Praśna Upaniṣad e della filosofia yoga ad essa affine. E’ richiesta la partecipazione al ciclo completo di 11 incontri. Le lezioni sono registrate e in caso di assenza a qualche incontro le lezioni perdute saranno inviate il giorno successivo per mail.

Appartenente all’Atharva Veda, la Praśna Upaniṣad (I sec. a. C.) è classificata dalla tradizione canonica come la quarta tra le principali 108 Upaniṣad. Strutturata in sei domande che sei asceti pongono al saggio Pippālada, la Praśna Upaniṣad affronta questioni sull’origine delle creature, sulle parti che compongono l’individuo, sulla la forma e sull’origine dello spirito vitale (praṇa), sulla natura del sonno, su ciò che si ottiene con la meditazione sulla sillaba Om e sulle sedici parti costitutive dell’individuo. Come molte teorie dello Yoga, la Praśna Upaniṣad sostiene che con il respiro consapevole e il risveglio del praṇa si ottiene la felicità incondizionata che sorge dalla conoscenza assoluta di sé (ātman).

2.  IL SŪTRA DEL DIAMANTE CHE RECIDE L’ILLUSIONE

GIOVEDI 18.30-19.45

La lezione è strutturata in mezz’ora di meditazione e quarantacinque minuti di studio del Vajracchedikāprajñāpāramitāsūtra, il “Sūtra del Diamante che recide le illusioni”, sūtra mahāyāna appartenente al ciclo dei testi della Prajñāpāramitā. Chiaro e conciso, largamente diffuso in Tibet, in Cina e in Giappone dove è uno dei pochi testi usati nel Ch’an/Zen, il sūtra del Diamante contiene insegnamenti sulla vacuità universale di tutte le cose, inclusi i grandi esseri (bodhisattva), le sei perfezioni (pāramitā) e le tappe del sentiero che conducono all’illuminazione. Affinché il velo dell’illusione venga definitivamente squarciato dalla lama della comprensione o saggezza (prajñā) è necessario studiare e poi mettere in pratica questo meraviglioso insegnamento.

Formazione insegnanti Yoga Firenze